Avete presente quando ai corsi di comunicazione, si fanno quei test in cui vi dicono una parola, e ognuno deve dire che immagine questa gli evochi?? Se fosse fatto in chiave TLC, credo che la parola ad evocare la maggior varietà di risposte, sarebbe VoIP!!! MA ALLA FINE, CHE COS’E’ QUESTO VoIP REALMENTE?

Si tratta di una minaccia, o di un’opportunità?? Iniziamo capendo bene per prima, cosa il VoIP NON E’: – non è un sistema per spendere meno – non è il modo per avere una linea in una zona senza copertura di rete – non è nemmeno un protocollo di emergenza CITO QUESTI TRE PERCHE’,SULLA BASE DELL’ESPERIENZA MATURATA, SONO LE INTERPRETAZIONI TRA LE PIU’ DIFFUSE NELLE PMI. Il VoIP si può paragonare, per importanza del suo avvento, alla nascita della adsl! Quindi più sommariamente, è giusto dire che il VoIP è il futuro della fonia! Questo tema, fa parte di quelli che per essere sviscerati correttamente, necessitano di una grande quantità di spiegazioni. Quindi in coerenza con lo spirito di questo sito, proviamo a sintetizzare tutto in una blanda linea guida per essere in grado da domani, quando riceverete l’ennesimo contatto commerciale di un operatore di fonia, di saper fare le domande giuste, e poter così effettuare una valutazione in tutta sicurezza. Malgrado da qualche anno a questa parte, il Voip sia stato implementato e venduto dalla maggior parte degli operatori minori, proprio come al punto 1 di “cosa non è il VoIP” (che avete appena letto qui sopra), per motivi di comodo molto precisi, ma che non starei a dettagliare (sempre per motivi di priorità e sintesi), Dovete sapere che da qui a pochi anni, TUTTI LAVORERETE IN VOIP, SIA COME RETE FISSA CHE COME RETE MOBILE (quest’ultima, sotto forma di VoLTE) Detto ciò, il VoIP va visto come una assoluta opportunità, poichè principalmente, offre la flessibilità d’uso e configurazione, che permette di interfacciare la linea telefonica, con un’infinità di applicazioni. Per essere sintetico, potrei citare principalmente: – la linea si svincola dal concetto di fisicità, quindi può essere virtualmente, utilizzata e gestita in più luoghi contemporaneamente – trasformandosi per definizione, in un protocollo dati (IP appunto) può iniziare ad interfacciarsi e interagire con tutta una serie di applicazioni esterne – permette un’enorme scalabilità (chiaramente in funzione della banda internet che la veicola, e per questo tema, raccomando caldamente la lettura del mio articolo “Come scegliere la connettività giusta per la tua azienda“) quindi al variare delle necessità,può essere incrementata/decrementata in termini di contemporaneità – può essere, attraverso l’uso di adeguati hardware e funzionalità Cloud (tranquillo.. se vuoi te li fornirò io, con una soluzione “chiavi in mano” già all’interno di alcune varianti di offerta 🙂 )usata insieme a tutte le sue funzionalità aggiuntive, anche quando si è in mobilità!!! Il VoIP, ha dunque un potenziale di interoperabilità enorme, ma è al contempo un protocollo estremamente delicato, e va configurato sulle giuste risorse di rete, con precisissimi criteri tecnici… quindi vi do UN SOLO FONDAMENTALE CONSIGLIO, prendetelo SOLO da chi ha davvero esperienza, e lo sa mettere in piedi con garanzia di stabilità!!!! Altrimenti il rischio di una dolorosa scottatura, è davvero probabile.. Questa lettura deve davvero essere interpretata come una sola “infarinatura” del tema. Ci sarebbero un’enormità di altre cose da dire, per essere completi ed esaustivi. Ma al fine di una prima valutazione, ritengo siano stati anticipati quelli che sono i PUNTI PRINCIPALI SO CHE PER LA SUSSISTENZA DI UN PALESE CONFLITTO DI INTERESSI, POSSO ESSERE CONSIDERATO DI PARTE, MA IL FORNITORE GIUSTO PER SOLUZIONI COSI’ DELICATE, E’ SOLTANTO UNO!!! Vi garantisco che se ho scelto di lavorare per un solo ed unico fornitore di servizi, è soltanto perchè mi piace raccontare cose che poi si realizzano!!!

ì