Già dal titolo,

potrai intuire lo spessore del “muro sociale” che stiamo per abbattere con questo articolo, andando a schiacciare letteralmente ,come se questo post fosse un carro armato, e l’opinione pubblica fosse una focaccella del mulino bianco,

quella credenza popolare che vede a parità di nuovo approccio commerciale, più affidabile un Venditore dipendente che non uno inquadrato come Agente.

SIA BEN CHIARO,

non mi riferisco unicamente all’interpretazione data tipicamente dai Clienti che si trovano ad avere a che fare con tale figura, MA ANCHE A QUELLI DALL’ALTRA PARTE DELLA STACCIONATA!,

ovvero quelli che si accingono ad intraprendere una carriera lavorativa simile, ma hanno l’ambizione di essere assunti come dipendenti.

N.B. Come ben sai se mi segui da un pò, sono sicuramente attento a non fare affermazioni che potrebbero assoggettarmi ad un programma di protezione armata ma al contempo,

mi permetto regolarmente di superare ampiamente la linea del decoro e del pudore editoriale (d’altra parte nessuno mi paga per scrivere, ma solo per vendere!! 🙂 )

QUINDI PRENDIAMO LA RINCORSA E SFOGGIAMO IL CALCIO VOLANTE DEL MIGLIOR CHUCK NORRIS CHE E’ IN NOI… E INIZIAMO LA BATTAGLIA!!!

 

 

ROUND ONE… FIGHT!

 

 

CLIENTE: Salve, lei è un dipendente Telecom vero? non è che fa parte di una di “quelle” Agenzie?

VENDITORE: Salve, certamente sono un Agente, come mai quello sguardo di disappunto??

CLIENTE: EH… MA SA… NON MI FIDO, PERCHE’ SI SA CHE VOI AGENTI  VOLETE VENDERE… 

 

 

MA PERCHE’, I VENDITORI DIPENDENTI VOGLIONO RINCORRERE LE LIBELLULE NEI PRATI !?!

 

BREVEMENTE:

 

A) I venditori non vengono più da molti anni ingaggiati come dipendenti, e qui te lo spiego meglio, ma specialmente, moltissimi dipendenti hanno fatto il PASSO IN AVANTI diventando Agenti (molto semplice… se sono veramente bravo, guadagno di più)

 

B) un Agente ha bisogno di lavorare bene per sè e per la sua “eredità professionale”, e non per l’Azienda che lo obbliga a farlo (e che dovendogli dare uno stipendio a fine mese, ha tutto il diritto di imporsi nei tempi e NEI MODI)

C) in caso di necessità urgente, o per una richiesta di aiuto non standard e magari fuori orario o di sabato, prova a chiamare un dipendente (poi mi fai sapere come è andata)

INSOMMA, QUANDO TI SEI LICENZIATO DAL TUO PADRONE PER METTERTI IN PROPRIO, NON HAI FATTO ESATTAMENTE LA STESSA IDENTICA COSA?? i tuoi clienti hanno forse per questo perso la fiducia in te?

ROUND TWO… FIGHT!!

 

“CARO CLIENTE, NON SI FIDI E NON STIPULI MAI CONTRATTI CON LE AGENZIE, PERCHE’ QUELLI VI FREGANO!!”

Una affermazione così IDIOTA, specialmente se come spesso fatta da un ADDETTO AI LAVORI, che è tipica di un INCOMPETENTE o peggio ancora, di qualcuno che sta “bassamente” cercando di farsi preferire per il medesimo scopo..

E CIO’ SI VERIFICA PERCHE’:

 

Le Agenzie esistono per TELEFONIA, ASSICURAZIONI, VIAGGI, IMMOBILIARE, ENTRATE 🙂  ECCETERA, quindi se fosse vero e foste così coerenti, vorrebbe dire che vi relazionate sempre e solo con la Direzione (beati voi)

Indubbiamente, almeno per quello che conosco bene e su cui posso meritatamente esprimermi, OVVERO LA TELEFONIA, il vero dramma che riconosco, è che ormai le credenziali per diventare Agente di telefonia sono talmente basse che tecnicamente ti permettono di essere ingaggiato a patto che:

  • hai un documento valido
  • conosci approssimativamente la lingua italiana (anche non scritta)
  • sei vivo
  • hai voglia di prendere delle bastonate in giro

Ed è in realtà questo, l’errore che fa si che per la strada quotidianamente, ci siano una marea di BUFFONI INCOMPETENTI.

E INFATTI (E NON SCHERZO ASSOLUTAMENTE) SCONSIGLIO A CHIUNQUE DI MENTALMENTE SANO, DI INIZIARE OGGI DA ZERO UN’AVVENTURA SIMILE. (io stesso se dovessi iniziare oggi, non lo farei)

Un articolo molto toccante in questo senso, l’ha scritto alcuni anni fa un mio Collega/Concorrente pioniere della presenza online, che puoi leggere qui.

QUINDI, AL FINE DI ESSERE O MENO FREGATI, LA CREDENZIALE DI DIPENDENTE O AGENTE, NON HA ALCUN PESO.

Qui ti spiego approfonditamente, quali sono piuttosto gli indicatori che puoi fare tuoi, per non cadere in fregature evitabili.

 

 

FINAAAAAL ROOOOOUND!!! FIGHT!!!

 

NEI PANNI DEL VENDITORE

 

(non certo per impietosire nessuno, ma perchè è dalla motivazione che mi spinge, che deriva il metodo con cui lo farò)

Io stesso non sarei affatto interessato a diventare dipendente, e le ragioni sono:

  • so fare il lavoro, quindi come Agente guadagno di più (scusa la rudezza, ma come detto sopra, non sono “il tipo da sviolinate”)
  • la vera potenza del lavoro con i Clienti dei quali otterrò nel tempo la fiducia, non diventa una risorsa dell’Azienda, MA LA MIA!!
  • Non potrà mai esistere il problema dei Contratti di lavoro, solidarietà, casse integrazione o altro, perchè se c’è un vantaggio nel mio lavoro, è che UN BUON VENDITORE, NON SARA’ MAI DISOCCUPATO!!

Poi certo lo ammetto, quando iniziai, il mio buon capo mi diede un fisso mensile per sostenermi nella prima fase ma,  come E’ GIUSTO CHE FOSSE E COME E’ GIUSTO CHE CARATTERIZZI UN CONTRATTO SUBORDINATO…

+ COSTI FISSI = – PROVVIGIONI

– COSTI FISSI = + PROVVIGIONI!!!

 

E SE LA PROVVIGIONE E’ + ALTA.. IL FISSO NON LO VOGLIO MANCO VEDERE!!!!

 

THE WINNER IS………!!!

(TO BE CONTINUE)